Il Team Pari & Impari incontra il Segretario Generale

Il Team Pari & Impari incontra il Segretario Generale

e il Presidente del CDN per discutere ed elaborare alcune proposte da sottoporre all’attenzione del prossimo Consiglio Direttivo Nazionale

13 maggio 2021 – In collegamento da remoto si sono riunite nel pomeriggio le componenti ed i componenti del Team Pari & Impari per un interessante incontro con Stefano Ponzoni, nostro Segretario Generale, e Roberto Casalino, Presidente del Consiglio Direttivo Nazionale.

Presentazione e a seguire – sulla base della relazione di Tiziana Ricci Vice Presidente del CDN – intenso dibattito per elaborare e condividere alcune proposte da presentare al prossimo CDN in tema di pari opportunità.

Proposte mirate a sollecitare – ulteriori sensibilità per la salute, migliorando l’impianto già esistente per l’assistenza sanitaria.

Proposte inoltre che potranno e dovranno portare in modo concreto – sia nella forma (vedasi il linguaggio) che nella sostanza (vedasi le politiche retributive) – quell’attenzione a riconoscere e premiare la professionalità – in contrasto al gender gap – perché è la professionalità espressa e capace di risultato ciò che conta per la nostra organizzazione che così si sostanzia come il Sindacato delle professionalità assicurative.

A cura di Area Comunicazione

Notizie Snfia n. 97

Notizie Snfia n. 97

A TUTTE LE ISCRITTE E A TUTTI GLI ISCRITTI

Cara iscritta, caro iscritto

Eccomi, come di consueto, a segnalarti che il pdf della rivista NotizieSnfia (numero 97) è disponibile nell’area dedicata del sito www.snfia.it.

Avremmo fortemente voluto pubblicare questo numero che apre l’anno in un clima più rasserenato. Lo speravamo a tal punto, a fine 2020, da immaginare un’Italia colorata di giallo, con la nuova simbologia attribuita ai colori. Purtroppo dobbiamo fare ancora i conti con un colore più acceso al quale, ora, non possiamo attribuire la simbologia della passione bensì dell’inquietudine che richiama l’alert e la responsabilità.

Fiduciosi, proseguiamo con la simbologia dei colori e riproponiamo il giallo delle mimose, stavolta in omaggio alle donne, determinati a fare la nostra parte nel tentativo di spezzare quelle catene che annullano la potenza dei fiori.

Considerato tutto ciò e vista l’importanza del periodo – non solo perché caratterizzato dalla  Giornata Internazionale della Donna dell’8 marzo,  ma anche per le nuove e cupe nubi  che si addensano sull’universo femminile, quindi su tutti noi,  essendo l’altra metà della specie – siamo stati indotti ad anticipare la prima parte della rivista in modo da attivare  tempestivamente un focus dal nostro osservatorio sulle nubi prodotte dalla pandemia e, ancora peggio, dalla scellerata decisione della Turchia di uscire dalla Convenzione di Istanbul.

Rimodulando il format della rivista, abbiamo collocato nelle prime pagine la rubrica Pari&Impari proprio per richiamare la massima attenzione su un tema così cruciale che non può assolutamente essere derubricato come semplice confronto fisiologico di genere. Abbiamo voluto non solo valorizzare e mettere a fattor comune il dinamismo della Commissione Pari&Impari, che ha prodotto contributi importanti, ma anche irrobustire il messaggio con la simbologia in copertina delle mimose in catene.

Nella seconda parte, che potrai leggere nei tempi canonici nel corso del mese di aprile, ampio spazio è ancora riservato al lavoro in evoluzione, il cosiddetto Lavoro Intelligente con approfondimenti sia interni (vedi l’articolo dei colleghi Boris La Corte e Dario Salerno nella rubrica lavoro) sia esterni con l’autorevole contributo, posto in Primo Piano, del Professore Emerito Domenico De Masi.

Non potevamo non considerare il tema dell’ambiente con l’intervista che il nostro Massimiliano Cannata ha realizzato con Luciano Floridi, Professore ordinario di Filosofia ed Etica dell’Informazione all’Università di Oxford.

Per tornare più pragmaticamente al tema del diritto del lavoro, con due importanti commenti di Annalisa Rosiello, firma autorevole e, ormai, frequente nella rubrica Mondo SNFIA e dintorni – Spazio tutela legale.

So che le parole possono apparire retoriche, ma non conosco un modo diverso per rinverdire la speranza e l’auspicio che la Pasqua di Resurrezione possa davvero, e finalmente, portare un segno di rinascita.

BUONA PASQUA quindi e buona lettura.

Arrivederci al prossimo numero.


Vito Manduca


Redattore Capo Notiziesnfia

Turchia esce dall’accordo internazionale contro la violenza sulle donne

Violenza sulle donne: la Turchia rinnega il trattato di Istanbul (e si allontana dall’Europa).

Passo indietro per i diritti civili in Turchia: il governo di Ankara ha voltato le spalle alla convenzione di Istanbul, patto internazionale siglato nel 2011 che impegna i Paesi partecipanti a contrastare abusi, violenze domestiche, mutilazioni genitali femminili e altre pratiche discriminatorie.

https://www.repubblica.it/esteri/2021/03/20/news/turchia_violenza_su_donne_ankara_esce_da_convenzione_istanbul-293024078/?ref=RHTP-VS-I270681069-P13-S6-T1

https://video.repubblica.it/embed/mondo/turchia-grande-manifestazione-contro-il-ritiro-dal-trattato-a-tutela-delle-donne/384186/384915&width=640&height=360

Team Pari & Impari

Le RSA SNFIA di IVASS firmano il Manifesto della Diversità e dell’Inclusione

Le RSA SNFIA di IVASS firmano il Manifesto della Diversità e dell’Inclusione

SNFIA è da sempre un’organizzazione attenta in tema di inclusività, di rispetto e valorizzazione delle pari opportunità ed è pertanto lieta di vedere confermato tale impegno anche dalle singole azioni dei suoi rappresentanti.

E’ notizia di questi giorni che i colleghi Carmine D’Antonio e Pierfranco Mattei – quale nostra rappresentanza in IVASS –  hanno sottoscritto il Manifesto della diversità e dell’inclusione impegnandosi a testimoniarne i valori in IVASS, sia professionalmente che come rappresentanti sindacali della nostra sigla.

Un Manifesto in cui il valore dell’unicità di ciascun individuo e l’importanza dell’impegno comune di tutte e tutti per perseguire l’inclusività assurgono a principi fondamentali, così come lo sono l’impegno e la responsabilità per coltivarli quotidianamente in ambito lavorativo e in ogni contesto relazionale.


Un Manifesto di grande civiltà!


Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza

11 Febbraio

Oggi si promuove  l’importante ruolo femminile in ambito scientifico e tecnico, perché venga largamente riconosciuto e ancor più rafforzato.

Un’occasione per fare il punto sulla presenza e sul ruolo delle donne nel mondo della scienza, e per abbattere il gender gapche ancora resiste in ambito scientifico.

Bisogna coltivare Pari Opportunità anche nella Scienza, sviluppare azioni per sensibilizzare le giovani ragazze sulle discipline STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) e non cadere nell’ Effetto Matilda: la delegittimazione o la negazione del lavoro delle donne nella storia del progresso scientifico.