ACCORDO NEXT NORMAL GRUPPO GENERALI e PROROGA TUTELE OCCUPAZIONALI

Sottoscritti il 27 luglio 2021 due importanti accordi per il Gruppo Generali: l’Accordo sul Next Normal e la proroga sulle Tutele Occupazionali.

L’accordo sul “Next Normal” rappresenta un importante documento che andrà a regolamentare l’istituto dello Smart Working al termine del periodo emergenziale dichiarato dal Governo e che quindi entrerà in vigore dal 01 ottobre 2021, salvo proroghe di tale disciplina connesse alla diffusione del Covid-19. L’altro, in scadenza il prossimo 30 settembre, rappresenta un importante traguardo a garanzia delle Lavoratrici e dei Lavoratori del Gruppo Generali con una proroga, fino al 30 marzo 2023.

Con l’accordo sul Next Normal, che prevederà sempre la volontarietà e l’accordo individuale delle singole lavoratrici e lavoratori di aderirvi o meno, si regolamenteranno i destinatari e le procedure di richiesta e approvazione, l’orario e il luogo di lavoro, la reperibilità e le modalità operative, le situazione particolari e l’importante tema della disconnessione, le dotazioni tecnologiche ed i buoni pasto, gli obblighi e le tutele della lavoratrici e dei lavoratori, il potere di controllo aziendale e disciplinare, i diritti sindacali, la formazione e il suo recesso.
Tale sperimentazione avrà una durata di 12 mesi (con impegno delle Parti ad una verifica intermedia a 6 mesi) decorrente dal termine della disciplina sul lavoro agile emergenziale, al termine della quale, previa valutazione dei risultati, le Parti si incontreranno per un’eventuale successiva proroga e/o eventuali modifiche che si rendessero necessarie.

Leggi il Comunicato

Scarica l’accordo

Gruppo Generali – Comunicato e Protocollo d’intesa rinnovo CIA

Si sono concluse nella tarda serata dell’8 luglio 2021 le lunghe e difficili trattative per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale (CIA) del Gruppo Generali.

Pubblichiamo qui di seguito il comunicato unitario e il protocollo d’intesa per il rinnovo del CIA.

Leggi il comunicato

Gruppo Unipol – Trattativa Rinnovo CIA

La trattativa di rinnovo del CIA di Gruppo – subordinata alla sottoscrizione di un accordo diktat dell’azienda sulle ferie – ha registrato la spaccatura del fronte sindacale unitario.

Le sigle confederali hanno siglato l’ipotesi di rinnovo e l’annesso accordo non negoziabile, mentre per le delegazioni di FNA e SNFIA non vi erano le condizioni per farlo.

Di seguito riepiloghiamo le comunicazioni susseguitesi dalle rispettive posizioni, a iniziare dalla comunicazione inviata ai nostri iscritti.

Documento CAE Generali

Cari colleghi,

Il Comitato aziendale Europeo, a seguito della crisi pandemica che così tanto ha impattato sulle nostre condizioni e modalità di lavoro, ha elaborato insieme alla Direzione HR di Gruppo una Dichiarazione Congiunta che costituisce un insieme di principi e di affermazioni destinati a fornire elementi di indirizzo e di auspicio sia per la migliore gestione di questa emergenza, sia per rappresentare un valido precedente da cui trarre ispirazione qualora dovessero riproporsi altre situazioni ad essa assimilabili come gravità.

Vi alleghiamo questo documento che, come potete vedere, fornisce contenuti ben precisi in merito alle problematiche che oggigiorno si vivono in conseguenza della diffusione del lavoro da remoto ed alle difficoltà ad esso connesse. Proprio a questo proposito è stato dato particolare risalto ai temi del diritto alla disconnessione ed alla giusta armonizzazione e bilanciamento tra i tempi del lavoro e quelli della vita privata.

Sono stati inclusi, inoltre, impegni a favore della privacy del lavoratore, della sua possibilità di usufruire dei diritti sindacali e, aspetto molto importante, l’orientamento dell’azienda a ricorrere a strumenti che riducano al minimo gli impatti a livello occupazionale di eventuali processi di ristrutturazione.

L’importanza di questa dichiarazione congiunta, in conclusione, dimostra sempre di più l’importanza di un confronto e di un monitoraggio continuo a livello europeo, volti a stabilire strategie comuni essendo ormai le realtà nazionali strettamente e irreversibilmente interconnesse tra loro.

Un cordiale saluto a tutti.

La delegazione italiana al Comitato Aziendale Europeo

Scarica il documento