Fonte: www.ilfattoquotidiano.it di Filippo Poletti

“Io penso la fabbrica per l’uomo, non l’uomo per la fabbrica”. Lo diceva Adriano Olivetti e così inizia questo interessante articolo in cui a sessant’anni di distanza ripropone le riflessioni del capitano d’impresa piemontese che suonano come un testamento: “Può l’industria darsi dei fini che non siano solo i profitti?”. 

Giusto un anno fa a Garda, in occasione del Congresso, una filosofia ripresa da Minali a conferma della concezione del lavoro per il nostro Sindacato: il lavoro cammina ancora sulle gambe delle persone.

Leggi l’articolo