È stato siglato il 18 settembre dalla direzione centrale della banca francese BNP Paribas (200.000 lavoratori) e la federazione sindacale internazionale UNI Global Union un accordo su “diritti fondamentali e zoccolo sociale a livello mondiale” che, oltre a garantire i diritti sociali fondamentali dei lavoratori, concede loro un certo numero di diritti concreti.

Il testo riconosce a tutte le lavoratrici il diritto a un congedo di maternità retribuito pari ad almeno 14 settimane e invita “caldamente” le diverse società del gruppo a istituire un congedo di paternità retribuito di almeno sei giorni. I firmatari concordano l’istituzione di una copertura sociale relativamente a tre garanzie: polizza caso morte, invalidità permanente e temporanea e spese sanitarie per tutti i lavoratori.

Inoltre, al fine di agevolare l’equilibrio tra i tempi di vita, ogni lavoratore usufruisce di cinque giorni di permessi non retribuiti per motivi personali, che possono anche essere richiesti anche nella misura di mezze giornate.

Il testo puntualizza gli impegni del gruppo in termini di anticipazione del cambiamento e di informazione e consultazione in caso di riorganizzazioni aziendali (cfr. comunicato di Uni Global Union).